News

31 October 2019

BUON COMPLEANNO DNA! (HAPPY BIRTHDAY DNA!)

This was the title of the interesting divulgative event organized with the scientific high school “E. Fermi” by the University of Genova in the person of our SIBBM member Prof. Marco Giovine, whom we warmly thank for the initiative, with the support of the Society (programme ). This "DNA day" celebrated DNA’s birthday in the 150th anniversary of its first isolation from white blood cells by Friedrich Miescher in 1869, and was structured in three presentations held by Dr. Luigi Fattore, from Istituto Pasteur Italia and junior member of SIBBM executive committee, the SIBBM member Prof. Paolo Malatesta and Dr. Simonetta Verdiani, both from the University of Genova. The topics ranged from a historical overview of the research that uncovered DNA structure and function, to how the "Book of life" can now be interpreted through deep sequencing and big data and, finally, to the DNA role in forensic science on the crime's scenes. The three talks have been enthusiastically received by the students and were followed by an intense discussion chaired by Prof. Giovine concerning the importance of science in our society. This unleashed the students’ curiosity about the role of scientists not only in the improvement of human knowledge through research but also in its correct divulgation to lay people.

24 September 2019

Manifesto salviamo la ricerca medica

Carissimi soci,

vi chiedo uno sforzo personale!

Il Manifesto “Salviamo la Ricerca biomedica Italiana” che vi ho condiviso alcuni giorni fa, dopo aver raccolto quasi 4000 firme tra gli “addetti ai lavori, è stato reso pubblico il 17 settembre. SI CHIEDE ORA DI PASSARE ALLA FASE 2: CONDIVIDERE, DIFFONDERE E FAR FIRMARE PIU’ PERSONE POSSIBILE: il successo dell’iniziativa e i risultati che si potranno ottenere grazie a tutto il lavoro fatto da tante persone che ci hanno aiutato fino a questo momento dipende ora dal VOSTRO contributo.

  • Fate firmare il manifesto ai famigliari, ai parenti, agli amici e ai colleghi. Alle persone più convinte potrete chiedere che facciano lo stesso con altri nei loro contesti quotidiani.
    Non temere di scoprire che qualcuno che non vi aspettavate non la pensa come voi: coglete l’occasione per un confronto pacato e civile. Oltre il 90% delle persone dichiarano con le loro abitudini alimentari di accettare un approccio “specista” al mondo animale, e pressoché tutte usano farmaci e conquiste derivate dalla sperimentazione animale. Comunque ritengano di pensarla sul tema, costoro partono da una premessa inevitabilmente favorevole ed è perciò nostro dovere informarle. Lo scopo di convincerle a firmare il manifesto sarà soltanto il primo, strumentale passo di un percorso culturale più lungo e complesso, in cui ciascuno potrà decidere il proprio ruolo. Magari con un po’ più di consapevolezza.
  • Condividete e diffondete il manifesto con ogni mezzo a disposizione (social networks vari, Mail, WhatsApp, siti web, etc.)
  • Divulgatelo nei gruppi di cui fai parte, quelli “virtuali” e quelli reali in cui potete parlare con le persone (gruppi di studenti di corsi di laurea/facoltà/ecc., gruppi tematici, ricreativi, culturali...)
  • Per chi ha la possibilità di ottenere l’uso di mailing list di atenei, facoltà/dipartimenti/istituti, divulgate con il testo che ritenete più opportuno in base alla realtà in cui vi muovete. Ma divulgate.
  • Sfruttate iniziative pubbliche di qualsiasi genere nelle prossime settimane per divulgare e diffondere il manifesto, fare informazione sul tema sperimentazione animale e ottenere firme: un’occasione può essere, per esempio, la Notte dei Ricercatori (per chi fosse interessato a coordinare iniziative in quest’ambito può fare riferimento a Micaela Morelli, Pro-Rettore Ricerca Università di Cagliari: morelli@unica.it) ma anche congressi, seminari eventi di divulgazione pubblica di qualsiasi genere.

Raccogliere firme è necessario perché la fondatezza delle ragioni e l’autorevolezza di chi le sostiene purtroppo non bastano per ottenere attenzione dalla classe politica ed evitare derive antiscientifiche cui sempre più spesso assistiamo: servono anche i numeri.

Ma lo scopo del manifesto è soprattutto quello di far parlare e comunicare scopi, metodi e regole che caratterizzano il ricorso al modello animale nella ricerca biomedica. Riaffermandone la validità, il valore etico e la necessità di recuperare un giusto equilibrio tra esigenze della ricerca e di tutela del benessere animale, riallineandosi alla Direttiva Europea.

L’impegno di ciascuno contribuirà al successo di tutti: non lasciate che siano altri a fare al posto vostro. Non perdiamo questa occasione.

https://www.research4life.it/salviamo-la-ricerca-biomedica-italiana/

Valeria Poli

tuttoscienze
Science
Le Scienze
La Stampa
Articoli vari
UNITO.it
Il Sole 24 Ore

23 August 2019

Il Governo penalizza la ricerca pubblica e la Sperimentazione Animale

Lettera aperta di sei Società Scientifiche ai Ministri Grillo, Tria e Bussetti in risposta al Decreto Ministeriale (Ministero della Salute) n. 173 del 27/03/2019 riguardante la determinazione delle tariffe spettanti al Ministero della Salute, ai fini del rilascio delle autorizzazioni relative alla protezione degli animali utilizzati a scopi scientifici.

Rassegna stampa:
ANSA
Il Sole 24 Ore
TGCOM

31 July 2019

SIBBM 2019, Bologna 11-13 June

The REPORT of the 2019 SIBBM Seminar is available here .

Photogallery

31 July 2019

SIBBM Science and Society Round Table (Bologna, 11 June 2019)

The REPORT of the SIBBM Science and Society Round Table: “The Human Technopole and the Future of Italian Research” is available here .

Photogallery

STREAMING

15 February 2019

"Manifesto of Unity and Human Diversity"

The document was edited by Giovanni Destro Bisol (coordinator, La Sapienza University, Rome and Italian Institute of Anthropology), Maria Enrica Danubio (University of L'Aquila and Italian Institute of Anthropology), Pietro Greco (Journalist), Alessandra Magistrelli (Teacher), Mariano Pavanello (La Sapienza University, Rome and Italian Institute of Anthropology) and Elena Gagliasso (La Sapienza University, Rome).

The Manifesto aims at opposing scientifically the use of human diversity as an instrument of abuse and wrongdoing; it also rejects ideological hatred at the base of racism, in the belief that “If we do not want racism to erase human sense of commonality and solidarity, which are essential components of a true and fruitful coexistence, everyone, while maintaining their identity, should be linked to others as a part of a larger community, with a common destiny and a common feeling, those of citizens of the world".

The Manifesto was completed on December 30, 2018 and published here .

Editors expect to be able to organize an official presentation at the Chamber of Deputies; a presentation activity has been started in schools.

www

15 February 2019

Rai3 TG Leonardo at SIBBM Seminar 2018

Please find the interview to the Nobel Prize Michael Rosbach (link ) and the service realized at EMBL Monterotondo (link ), both shot as part of the coverage of the 14th SIBBM Seminar, Rome 2018

11 February 2019

Tre donne nel Consiglio Superiore di Sanità

42 scienziate chiedono ai nuovi membri di dimettersi se il ministero non fa marcia indietro e rispetta la parità
Read the article

29 January 2019

Gianni Morrone ci ha lasciati

Gianni Morrone

Il 26 Gennaio 2019 è mancato a Catanzaro Gianni (Giovanni) Morrone.
Dopo una Laurea in Medicina e Chirurgia all'Università Federico II di Napoli nel 1983, con una tesi sperimentale sul trasporto di radioisotopi usati in Medicina Nucleare per l'imaging di tumori in cellule normali e neoplastiche, Gianni è stato post-doctoral fellow nel laboratorio del Prof. Venuta all'Università Federico II e presso l'Albert-Ludwigs Universität di Freiburg (Germania) negli anni 1983-84, studiando i meccanismi di regolazione della crescita delle cellule leucemiche.
Negli anni 1985-89 è stato visiting fellow nel laboratorio del Prof. Riccardo Cortese presso l'EMBL di Heidelberg, dove è stato un pioniere nello studio della regolazione trascrizionale dell'espressione dei geni della fase acuta dell'infiammazione in risposta all’Interleuchina 6. Nel 1992 si è poi trasferito presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Reggio Calabria, a Catanzaro, dove ha ricoperto il ruolo di Ricercatore (1992-2000), di Professore Associato ed infine di Professore Ordinario in Biochimica presso l'Università di Catanzaro Magna Græcia. Qui ha fondato il Laboratorio di Ematopoiesi Molecolare e Biologia delle Cellule Staminali, studiando la regolazione del self-renewal e della differenziazione di cellule staminali ematopoietiche normali e leucemiche.
Ha ricoperto molti ruoli importanti (coordinatore del corsi di Dottorato di Ricerca in “Immunologia Sperimentale” e in “Oncologia Molecolare e Traslazionale e Tecnologie Medico-Chirurgiche Innovative”, e del corso di Dottorato internazionale in “Oncologia molecolare, immunologia sperimentale e sviluppo di nuovi approcci terapeutici”, delegato del Rettore per la Ricerca, e membro dell’Advisory Board del Dipartimento di Oncologia/Ematologia dell’Università di Freiburg (Germania) e del Consortium “Tumor Stem Cells” della Deutsche Krebshilfe (Germania).
Gianni non è stato solo un ottimo scienziato, ma anche un fantastico collega per la sua grande umanità e disponibilità, l’intelligenza acuta e un po’ scanzonata, il vivo spirito collaborativo e il sempre rinnovato entusiasmo per la scienza e per la scoperta del nuovo. Chiunque lo abbia conosciuto si ricorda, oltre a questi tratti, le mille battute con cui sdrammatizzava i momenti spesso frustranti che si vivono in laboratorio, aiutando tutti ad affrontare la vita e la ricerca con un sorriso. Con lui perdiamo uno scienziato, un amico, e un pezzo importante della nostra vita. Ciao Gianni, ci mancherai, e ci mancheranno le tue “morronate”!
I tuoi compagni di laboratorio vecchi e nuovi, tra i quali:
Marco Bianchi, Monica Beltrame, Gennaro Ciliberto, Vittorio Colantuoni, Gianni Cuda, Raffaele De Francesco, Roberto Di Lauro, Giovanna Grimaldi, Alfredo Nicosia, Salvatore Oliviero, Valeria Poli.

9 January 2019

Esito votazioni Direttivo SIBBM

Cari soci,
prima di tutto buon anno!
Ecco il risultato delle votazioni online:
Numero di votanti: 98

Consiglieri
Marco Bianchi: 39
Tiziana Bonaldi: 82
Graziano Martello: 67
Scheda bianca: 8

Vi ringrazio per avere votato numerosi, seppur con qualche reminder :-))
Spero vi unirete a me nel fare le congratulazioni a Tiziana Bonaldi, che ha rinnovato il suo incarico, e a Graziano Martello, una new entry molto gradita.
E anche da parte di tutto il Direttivo un grande ringraziamento a Marco Bianchi per i suoi importanti contributi, sperando voglia continuare a seguire e supportare le attività della Società.
Approfitto per ricordarvi che le date e la location per il prossimo SIBBM Seminar sono state fissate e sono anche presenti su questo sito.
A breve riceverete un programma di massima.
Un cordiale saluto e auguri di buon lavoro e di successi a tutti,
Valeria Poli
President, SIBBM