Società Italiana di Biofisica e Biologia Molecolare

 

Area Riservata

e-mail:

password:


Recupera password »»

facebook facebook

 

Premio Chiara D'Onofrio "Giovani"

Fondazione Chiara D’Onofrio

La SIBBM, in collaborazione con la Fondazione Chiara D'Onofrio, è lieta di annunciare l’istituzione del Premio Chiara D’Onofrio “Giovani”. Il premio viene assegnato nell’ambito del Seminario annuale della Società. Il meccanismo di assegnazione prevede una valutazione e decisione prese “on the spot” dal Direttivo SIBBM assieme a membri del Comitato Direttivo della Fondazione Chiara D'Onofrio e agli Organizzatori del Seminario che premierà la migliore tra le presentazioni e i lavori presentati al Seminario SIBBM da PhD students o Postdocs preventivamente selezionati a parlare sulla base degli abstracts inviati. L’ammontare del premio è fissato in €1000.

 

Il premio del 2016 è stato consegnato al Dott. Ivano Legnini.

Ivano Legnini

Ivano Legnini ha recentemente conseguito il dottorato di ricerca in genetica e biologia molecolare presso la Sapienza di Roma, con una tesi dal titolo "Circular RNAs expression and function in myogenesis". Lavora nel laboratorio di Irene Bozzoni, con la quale ha svolto il suo intero percorso di studi, dalla laurea triennale in scienze biologiche conseguita nel 2010 passando per la magistrale in genetica e biologia molecolare nel 2012. Ha iniziato a fare ricerca nel campo della Distrofia Muscolare di Duchenne, per poi concentrare i propri sforzi sempre più sulla scienza di base, studiando in particolare i meccanismi di biosintesi e funzione degli RNA non codificanti. Durante il dottorato ha dedicato parte della sua attività alle discipline computazionali legate alla biologia ed ha spostato l'attenzione del proprio lavoro allo studio degli RNA circolari, una nuova classe di RNA la cui origine evolutiva e la cui funzione sono sostanzialmente ignote. Durante gli studi, ha vinto alcune borse di studio per periodi di formazione all'estero, passando del tempo presso la Harvard Medical School a Boston, finanziato dalla Fondazione Giovanni Armenise, e presso il Max Delbrück Center for Molecular Medicine a Berlino, con una borsa della European Molecular Biology Organization, e numerosi riconoscimenti legati alla propria carriera accademica, come il premio Laureato dell'Anno della Sapienza nel 2015. Attualmente sta concludendo i propri progetti di ricerca a Roma e sta programmando la propria partenza per andare a lavorare all'estero.

LEGGI »

 

 

Il premio del 2015 è stato consegnato alla Dott.ssa Valentina Speranzini.

Valentina Speranzini

Appassionata di viaggi e fotografia, Valentina Speranzini lavora all’Università di Pavia come assegnista di ricerca dove si occupa di epigenetica e biologia strutturale. Originaria di Cremona, si laurea nel 2010 a Parma in Biologia Molecolare sotto la supervisione del Prof. Riccardo Percudani, con una tesi di biochimica incentrata sull’analisi dell’origine molecolare dell’iperuricemia nell’uomo e nei primati antropomorfi. Dopo alcuni tirocini formativi, nel 2011 si trasferisce poi a Pavia, dove consegue il dottorato di ricerca in Scienze Biomolecolari e Biotecnologie nel laboratorio di Biologia Strutturale del Prof. Andrea Mattevi. Svolge parte della sua attività in Olanda, presso il Netherlands Cancer Institute di Amsterdam, grazie ad una borsa EMBO. Questo le permette di completare i suoi studi sui meccanismi molecolari di riconoscimento dei nucleosomi da parte del complesso modificatore della cromatina LSD1-CoREST. Nel 2014, dopo il dottorato, rimane a Pavia per ampliare gli studi di biochimica e biologia strutturale applicata all’epigenetica, focalizzandosi anche sul modificatore HDAC e sullo screening di potenziali inibitori di questo sistema.

LEGGI »

 

 

Il premio del 2014 è stato consegnato al Dott. Giovanni Sorrentino.

Giovanni Sorrentino

Giovanni Sorrentino si è laureato nel 2008 in Biotecnologie Mediche presso l’Università degli Studi di Ferrara, sotto la supervisione del Prof. Rosario Rizzuto, sostenendo una tesi sperimentale volta allo studio dello ione Calcio come secondo messaggero intracellulare. Successivamente, nel 2009, si trasferisce a Trieste presso il Laboratorio Nazionale CIB coordinato dal Prof. Giannino Del Sal, conseguendo una borsa di studio Telethon volta allo studio delle attività mitocondriali della proteina oncosoppressiva p53. Nel 2011 vince il bando di concorso per accedere al programma di dottorato in Biomedicina Molecolare dell’Università di Trieste. Da allora ha studiato il ruolo del metabolismo lipidico nel tumore alla mammella ricevendo, nel 2014 il titolo di Dottore di Ricerca. Attualmente conduce la sua attività di ricerca nel laboratorio del Prof. Del Sal grazie ad una borsa di ricerca finanziata dall’AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro).

LEGGI »

 

 

Il premio del 2013 è stato consegnato al Dott. Gabriele Fontana.

Gabriele Fontana

Gabriele Fontana si è laureato nel 2004 in Scienze Biologiche presso l’Università di Milano-Bicocca. Nel 2007, presso lo stesso Ateneo milanese, ha conseguito la Laurea Specialistica in Biologia Molecolare, sostenendo una tesi sperimentale effettuata presso il Dipartimento di Genetica Molecolare dell’Ospedale San Raffaele. Successivamente, nel 2008, ha vinto il concorso per accedere al programma di Dottorato in Medicina Traslazionale e Molecolare (DIMET) del Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze dell’Università di Milano-Bicocca. Nel periodo 2009-2011 ha svolto attività di ricerca connesse al suddetto dottorato presso il laboratorio della Professoressa Silvia Barabino. Nel 2012 ha ricevuto il titolo di Dottore di Ricerca con una tesi dal titolo “Lo stress mitocondriale deregola l’espressione di Brahma, un fattore di rimodellamento della cromatina che controlla la trascrizione e lo splicing di geni coinvolti nella crescita e nella guida dell’assone”. Attualmente svolge attività di ricerca come Postdoc presso lo stesso laboratorio.

LEGGI »

 

 

Il premio del 2012 è stato consegnato alla Dott.ssa Cecilia Battistelli.

Cecilia Battistelli

Cecilia Battistelli si è laureata in Scienze Biologiche presso l’Università di Roma Sapienza. Successivamente ha conseguito la Laurea Specialistica in Genetica e Biologia molecolare presso lo stesso Ateneo. Nel 2008 ha vinto il Concorso per il Dottorato di Ricerca in Biologia Umana e Genetica che ha svolto presso il laboratorio della Prof.ssa Rossella Maione (Dipartimento di Biotecnologie cellulari ed Ematologia). Nel 2012 ha ottenuto il titolo di Dottore di Ricerca con una tesi dal titolo “MyoD regola l’espressione di p57kip2 interagendo con un elemento lontano in cis e modificando una struttura di ordine superiore della cromatina“. Da gennaio 2012 ad oggi è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Biotecnologie cellulari ed Ematologia dell’Università Sapienza di Roma.

LEGGI »

 

 

Il premio del 2011 è stato consegnato alla Dott.ssa Livia Modica.

Livia Modica

Livia Modica, nata a Catania il 25.5.1982, consegue la laurea triennale in Biotecnologie il 16.12.2004 presso l’Università di Milano-Bicocca. Successivamente, il 5.2.2007 consegue la laurea specialistica in Biotecnologie industriali presso l’università di Milano-Bicocca. Nel 2008 ottiene una borsa di studio pre-dottorato presso il gruppo del Prof. Francesco Blasi all’IFOM (Istituto FIRC di Oncologia Molecolare), Milano. Nel 2009 viene selezionata per il programma di dottorato in Medicina Molecolare della SEMM (Scuola Europea di Medicina Molecolare), gruppo del Prof. Francesco Blasi (IFOM, Milano). Attualmente svolge il terzo anno del suddetto programma di dottorato.

LEGGI »

 

 

Il premio del 2010 è stato consegnato al Dott. Paolo Grumati.

Paolo Grumati

Paolo Grumati ha conseguito la laurea in Biotecnologie Mediche presso l'Università di Padova nell'Aprile del 2005 e nel 2009 ha conseguito il dottorato di ricerca in Genetica e Biologia Molecolare dello Sviluppo sempre presso l'Università di Padova. Attualmente è assegnatario di una borsa di studio nel gruppo del Prof. Paolo Bonaldo al Dipartimento di Istologia, Microbiologia e Biotecnologie Mediche dell'Università di Padova.

LEGGI »

 

 

Il premio del 2009 è stato consegnato alla Dott.ssa Francesca Orso.

Francesca Orso

Francesca Orso ha conseguito la laurea in Scienze Biologiche presso l’Università di Torino nel 2000. Nel 2005 ha conseguito il dottorato in Neuroscienze presso l’Università di Torino e attualmente è assegnista di ricerca presso il Molecular Biotechnology Center di Torino nel gruppo della Dr.ssa Daniela Taverna.

LEGGI »

 

 

Il premio del 2008 è stato consegnato alla Dott.ssa Beatrice Bodega.

Beatrice Bodega

Beatrice Bodega si è laureata in Biotecnologie Mediche presso l'Università di Milano a luglio 2003 ed ha conseguito a dicembre 2006 il dottorato di ricerca in Biotecnologie applicate alle Scienze Mediche nella stessa Università, con una tesi dal titolo Genomica comparativa e Funzioname del locus della Distrofia Facio-scapolomerale. Da novembre 2006 ad oggi è assegnista di ricerca nel gruppo del Prof. Enrico Ginelli al Dipartimento di Biologia e Genetica per le Scienze Mediche a Milano.

LEGGI »